FANDOM


Martin Jacques Mystère
Martin

Nome:Martin Jacques Mystère
Data di nascita:26 giugno 1942
Luogo di nascita:New York
Prima apparizione:Albo di Martin Mystère n° 1
Autori:Alfredo Castelli (testi)
Giancarlo Alessandrini (disegni)
Sesso:Maschio
Specie:Umana
Etnia:Caucasico
Occupazione:Archeologo; Antropologo; Collezionista
Parenti:Mark Mystère, padre (deceduto)
Laura Mystère, madre (deceduta)
Diana Lombard, moglie
Jacques Mystère, trisnonno (deceduto)
Lakshma Bedi, trisnonna (deceduta)
Interprete cinematografico:Nessuno
Doppiatore italiano:Corrado Conforti (in Martin Mystère, prima stagione)
Simone Crisari (in Martin Mystère, seconda stagione)

<<Diavoli dell'inferno!>> (tipica esclamazione di Martin Mystère)
Martin Jacques Mystère, soprannominato "il detective dell'impossibile", è il protagonista della serie a fumetti Martin Mystère. È uno studioso, un archeologo e uno scrittore, e la sua principale occupazione consiste nello studiare, in maniera scientifica, tutti quei fatti apparentemente "impossibili" e pertanto facenti parti di quella che viene considerata, dalla scienza ufficiale, "pseudoscienza".

AspettoModifica

Martin è mediamente alto, abbastanza robusto e con un fisico atletico. Ha un viso di forma vagamente rettangolare e un mento squadrato. I suoi capelli sono biondi, lisci, mediamente lunghi e con un ciuffo sulla fronte. Dal momento che Martin segue la stessa continuity del lettore, nel corso del tempo ha mostrato un certo invecchiamento. 

A differenza di altri protagonisti dei fumetti (in primis Tex, Zagor e Dylan Dog) non indossa sempre gli stessi abiti, anche se spesso porta dei completi da esploratore.

Personalità Modifica

Martin Mystère è un insolito detective: archeologo, antropologo, esperto d'arte, collezionista di oggetti inusuali, uomo d'azione e instancabile viaggiatore. Dopo la mysteriosa morte dei suoi genitori, ha cominciato a occuparsi dei "grandi enigmi" mai risolti, cioè di quegli enigmi che la scienza "ufficiale" non prende in considerazione e che non sono ancora stati razionalmente risolti, da quelli archeologici a quelli storici, da quelli scientifici o parascientifici a quelli esoterici, spaziando occasionalmente nel campo degli Ufo, dei poteri Esp, della magia. Per questo viene soprannominato Il Detective dell'Impossibile anche se non è propriamente un investigatore in quanto non ha clienti che si rivolgono a lui per proporgli dei casi da risolvere. Nonostante questo, può capitare che l'ispettore di polizia Travis o il comandante di una agenzia governativa segreta Chris Tower lo coinvolgano come consulente in casi particolarmente misteriosi.

A conclusione di ogni sua "indagine", Martin Mystère ne archivia il resoconto su un personal computer, di cui è un abile ed esperto utente; dalle sue esperienze trae spunti per volumi di successo e per una trasmissione televisiva intitolata "I Misteri di Mystère".

Pur possedendo un fisico atletico e la capacità di utilizzarlo, pur essendo un formidabile "tuttologo", pur disponendo di un "gadget" fantascientifico (una mysteriosa arma "vecchia di quindicimila anni" che emette raggi in grado di paralizzare momentaneamente gli avversari), Martin Mystère non è assolutamente un "superman": è dotato, infatti, di una grande autoironia (lui stesso non si prende troppo sul serio e si autodefinisce "Il Buon Vecchio Zio Marty") e, in più, di una serie di difetti (la tendenza a tirare tardi, la verbosità, la paura di invecchiare). Tutto ciò lo rende un personaggio "umano" e accattivante. Martin è un uomo moderno, altruista, sempre disponibile a mettere la propria vastissima conoscenza al servizio degli altri. Rifiuta ogni tipo di violenza e intolleranza e sogna una libertà totale per ogni individuo e per qualunque idea o opinione. Dietro l'uomo dedito alla scienza e alla storia si nasconde un eccezionale avventuriero, ma Martin non si butta mai nel pericolo per il puro gusto di farlo; quando affronta dei gravi rischi, deve avere precise ragioni. È un uomo colto, ma non sa tutto di ogni argomento. Guadagna abbastanza denaro, ma non ha risorse economiche infinite. Non è un playboy: ama il gentil sesso, ma è tendenzialmente monogamo, ed è fedele alla sua compagna Diana Lombard (e viceversa).

Biografia Modifica

Martin Jacques Mystère, nato il 26 giugno 1942, vive a New York in un appartamento pieno di libri e oggetti curiosi al numero 3/a di Washington Mews.

Murchadna

Martin con la sua Murchadna.

È laureato in antropologia alla Harvard University e ha specializzazioni in archeologia alla Sorbona, storia dell'arte a Firenze e cibernetica applicata al linguaggio al MIT. Dotato di una vasta cultura ama stupire i suoi interlocutori senza essere pedante grazie alla sua autoironia. La sua fama come divulgatore scientifico lo ha portato a stringere rapporti con autorità e persone molto influenti nel settore della cultura, della scienza e della politica. Dopo un periodo di meditazione trascorso in Tibet, acquista il terzo occhio e apprende segreti esoterici. Qui conosce Kut Humi che vede in Martin un uomo di grande valore e saggezza e gli dona il Murchadna, un'arma a raggi paralizzanti proveniente dal perduto continente di Mu che il Detective dell'Impossibile utilizzerà nelle sue avventure.

Anni dopo, viene a conoscenza di una setta segreta conosciuta come Gli Uomini in Nero, che da tempo immemore occulta verità "scomode" all'Umanità. Martin decide di combatterla e si attira l'attenzione di molti nemici. Nel frattempo, durante un viaggio in Mongolia conosce Java, un uomo di Neanderthal sopravvissuto ai secoli assieme a un'intera tribù in una misteriosa città nascosta fra i monti. I due diventano inseparabili amici.

Da giovane ricercatore, Martin si gettava in piena notte con il deltaplano dalle alte rupi di inviolati monasteri greci. Attualmente Mystère passa più tempo davanti al suo fido Macintosh per preparare in perenne ritardo il prossimo libro e soprattutto le puntate del suo programma televisivo: "I Misteri di Mystère", che grazie al discreto successo gli permette di finanziare viaggi e l'acquisto di libri per la sua straripante biblioteca.

Le avventure di Martin Mystère sono contemporanee e inserite in un'ambientazione rigorosamente realistica grazie a un lavoro di ricerca documentaristica da parte degli autori. Che si tratti di portare alla luce testimonianze di civiltà dimenticate, di scoprire perché un antico villaggio in Francia è abitato da licantropi, di lottare contro gli spietati Uomini in Nero che vorrebbero distruggere ogni traccia del nostro remoto passato, Martin Mystère guida il lettore alla incessante scoperta di bellezze artistiche, di culture sconosciute, di luoghi

Melodia-MM

Martin, Java e Diana.

misteriosi e interessanti curiosità archeologiche come l'origine delle statue dell'isola di Pasqua o l'origine di personaggi fantastici come il mostro di Loch Ness, l'uomo delle nevi, i licantropi, alieni o Babbo Natale o letterari come Sherlock Holmes e Peter Pan come anche aspetti storici poco noti, leggende, curiosità come ad esempio l'esplosione di Tunguska, il segreto del Graal o la misteriosa origine della Civiltà Etrusca o i leggendari continenti di Atlantide e Mu fino a scoprire inediti particolari della vita di personaggi storici come William Shakespeare, Mosè, Cristoforo Colombo o Leonardo da Vinci. Tutto questo mantenendo un atteggiamento obiettivo che ha reso il personaggio particolarmente gradito al mondo della scuola e della cultura e che lo ha portato a essere testimonial in mostre e manifestazioni organizzate da enti pubblici e privati. A conclusione di ogni indagine, Martin Mystère ha l'abitudine di archiviarne il resoconto su un personal computer al fine di scriverne poi libri e realizzare trasmissioni televisive. Dopo un lungo fidanzamento, si è sposato segretamente con Diana Lombard il 16 dicembre 1995.

Comprimari Modifica

  • Java, il miglior amico nonché assistente personale del Professor Mystère. È un autentico Uomo di Neanderthal proveniente dalla misteriosa "Città delle ombre diafane" celata in una introvabile valle dell'Himalaya. Martin nel corso di una drammatica avventura si guadagna la sua stima e lo segue in America dove riesce ad adattarsi alla civiltà moderna. Java si esprime gutturalmente ma poi impara la lingua dei segni dei sordomuti; possiede una straordinaria forza fisica oltre a essere intelligente e perspicace. Diviene l'inseparabile assistente e amico di Martin compagno di ogni avventura. Riesce a divenire cittadino americano ed è economicamente indipendente e ha una vita sentimentale particolarmente discreta. Con Martin riesce a convivere e a comunicare senza bisogno di parole in quanto Martin comprende i suoni gutturali dell'amico.
  • Diana Lombard, assistente sociale, è la compagna di vita di Mystère. Dopo essere stata un'eterna fidanzata, i lettori della serie hanno appreso nel numero del ventennale della testata che i due si erano sposati il 14 dicembre 1995, in gran segreto.
  • Sergej Orloff, ispirato allo stereotipo dello scienziato pazzo cinematografico, un tempo amico e collega di Martin con il quale è stato discepolo di Kut-Humi, un saggio che ha procurato a entrambi una fantascientifica pistola a raggi. Successivamente si dedica al crimine e per tutti è un rispettato uomo d'affari, mecenate e benefattore e soltanto Martin sa che dietro la facciata rispettabile si nasconde un assassino senza scrupoli tanto che in numerose occasioni si è scontrato con Martin arrivando quasi a ucciderlo. Lui e Martin condividono interessi e conoscenze ma le loro strade sono state diverse: a un certo punto Orloff rimane addirittura sfigurato in un incendio che lo costringe a coprire il volto con una maschera. Perde anche un braccio che gli viene sostituito con un arto artificiale in cui inserisce la sua arma a raggi. Successivamente si è ravveduto e lo stesso Castelli di lui dice che: "È stato punito fin troppo crudelmente per la sua malvagità. [...] Viene immancabilmente rappresentato come una specie di Gambadilegno che periodicamente decide di conquistare il mondo e periodicamente si fa sconfiggere da Martin Mystère!".
  • Uomini in nero: nel corso delle sua saga Martin trova spesso sulla sua strada i cosiddetti uomini in nero, una sorta di setta secolare con l'obiettivo di evitare che vengano rivelate scoperte che potrebbero turbare l'ordine costituito dalle prove dell'esistenza degli Ufo o di civiltà evoluta precedenti alla nostra a reperti storici o scientifici che sono in contrasto con le discipline ufficiali. Hanno adepti infiltrati in organizzazioni politiche, industriali, culturali e religiose e devono il loro nome al fatto che durante le loro missioni indossano abiti e occhiali neri. Ne fece parte anche il padre di Martin credendo erroneamente
    Fotodigruppo
    che i loro scopi fossero positivi ma quando poi scoprì la vera natura della setta decise di abbandonarla. Il giorno dopo morì insieme alla moglie in un incidente aereo. È il nemico più pericoloso in quanto non ha un vero volto ed è pressoché invincibile. Nel corso della serie si apprende che tale organizzazione nacque in tempi remotissimi, a seguito della guerra globale Atlantide-Mu e della conseguente scomparsa delle due civiltà. I vari gruppi che compongono gli Uomini in Nero sembrano essere cellule semi-indipendenti, ma le operazioni più importanti sono gestite da un misterioso "Direttivo". Gli Uomini in Nero sono ancora attivi nel futuro in cui è ambientato Nathan Never. Nell'arco della serie si sono evidenziate alcune fazioni di Uomini in Nero più legate alla loro ideologia originaria, che prevedeva la protezione dell'umanità da conoscenze o tecnologie che non è ancora pronta a padroneggiare (magia, poteri paranormali, tecnologia aliena o proveniente dall'antica Atlantide, ecc.) allo scopo di evitare una nuova catastrofe globale. Le due filosofie (controllo o protezione) sono in lotta e Mystère, suo malgrado, si è trovato più volte coinvolto in situazioni pericolose causate dal conflitto interno all'organizzazione.
  • Mister Jinx: un criminale la cui vera identità è sconosciuta e che ciclicamente si impossessa di incredibili invenzioni altrui, con le quali realizza i sogni "impossibili" dei propri ricchi clienti (l'immortalità, l'eterna giovinezza, l'ubiquità ecc.). Come in tutti i patti con il diavolo, nei contratti stipulati con questo criminale si presentano sempre delle controindicazioni e Martin Mystère, spesso tirato in ballo dalle tante vendette di Jinx, è costretto a intervenire. Grazie a Mister Jinx esiste un Martin Mystère robotico nel futuro di Nathan Never, periodo in cui anche lo stesso Jinx (trasferendo la propria mente di corpo in corpo) è giunto.
  • Il commissario Travis della Polizia di New York a volte chiede l'aiuto del caro amico Martin per risolvere casi impossibili, a volte invece lo tira fuori dai guai in cui la ben nota curiosità ama cacciare il professore.
  • Kut Humi (fortemente ispirato all'omonima figura teosofica) è il maestro spirituale di Martin e Orloff, ha dato loro il Murchadna e risiede nell'Agarthi.
  • Altri personaggi ricorrenti sono la bella e svampita spogliarellista (lei si definisce un'artista) Angie, i due "loschi figuri" Dee e Kelly (lontani discendenti dei negromanti John Dee e Edward Kelley), Chris Tower, compagno di studi di Mystère, ex agente della CIA e oggi direttore della base ultra-segreta di Altrove (base finanziata dal Governo degli Stati Unitiper studiare e contenere i fenomeni paranormali) e il suo assistente Max Brody. Questo gruppo di personaggi compare, ormai da numerosi anni, nello speciale estivo, che ha assunto nel tempo i toni leggeri tipici della commedia. Altro personaggio a volte presente nelle storie che coinvolgono Altrove è Aldous Morrigan, potente mago della base.

Crossover e Team-Up Modifica

Lente d&#039;ingrandimento Non ti basta? C'è anche Lista dei Team-Up Bonelli
1367047164838

Martn Mystère e Dylan Dog.

Martin Mystère condivide lo stesso universo narrativo di altri personaggi bonelliani: Dylan DogMister NoZagor. Una versione robotica di Martin Mystère vive nello stesso periodo temporale di Legs Weaver e Nathan Never. Nel futuro di Nathan Never è presente anche Mr. Jinx, uno degli storici avversari di Mystère, in grado di trasferire la mente umana in nuovi corpi e creare quindi copie di se stesso. Nel fumetto fanno apparizioni anche altri personaggi di Alfredo Castelli come gli Aristocratici che hanno accompagnato alcune volte Mystère nelle sue avventure.

Qui di seguito alcuni incontri del personaggio con altri personaggi dei fumetti editi dalla Bonelli:

  • Due incontri con Nathan Never negli albi fuori serie Prigioniero del futuro (1996) e Il segreto di Altrove (2001).
  • Tre incontri con Dylan Dog negli albi fuori serie Ultima fermata: l'incubo! (1990), La fine del mondo (1992) e L'abisso del Male (2018).
  • Vari incontri con Mister No nell'albo "Mister No Special" n. 8 e in alcune storie della serie mensile (nn. 2, 3, 62, 219, 220).
  • La base di Altrove, creata nella serie a fumetti di Martin Mystère, compare nella sua versione del futuro in Nathan Never e del passato in alcuni racconti di Zagor (vedi ad es. albi nn. 427-430 e 652-656 della Collana Zenit).

Altri Media Modifica

Televisione Modifica

  • The Editor Is In: Come molti altri personaggi Bonelli, anche Martin compare nella serie tv prodotta da Sky Arte "The Editor Is In" ed ha un episodio come protagonista. Si tratta dell'episodio numero 10, intitolato "Martin Mystère- nel bianco".
  • I Misteri di Mystère: Spin-off di The Editor Is In, si tratta di una serie-documentario trasmessa da su Sky Arte in cui il personaggio visita alcuni borghi italiani alla scoperta di capolavori artistici e di fatti misteriosi italiani.
  • Martin Mystère (serie tv animata): Martin Mystère (Martin Mystery per il mercato anglosassone), in versione ringiovanita all'adolescenza è protagonista di un'omonima serie a cartoni animati prodotta in Francia dalla Marathon Production, rivolta a un pubblico di preadolescenti. La serie è solo vagamente ispirata al personaggio originale ed è stata criticata da Giancarlo Alessandrini.

Teatro Modifica

  • "Scendendo, un’avventura di Martin Mystère" Prima messa in scena il 27 settembre 2015 presso il Nuovo Teatro Ariberto di Milano, regia di Marco Filatori e tratta da una storia a fumetti scritta da Castelli e pubblicata per la prima volta nell'Almanacco del Mistero del 1995.

Videogiochi Modifica

  • Nel 1994, nella posta dell'albo n. 152, vennero presentate delle schermate di un gioco intitolato Martin Mystère and the secret of the Birdman, prodotto dalla Simulmondo. L'azienda, in effetti, annunciò la lavorazione del gioco, ma abbandonò il progetto quando finì la moda dei videogiochi sui fumetti.
    257167 originale bg

    Martin Mystère e Diana nel cartone animato Martin Mystère.

  • Martin Mystère - Operazione Dorian Gray (2004): avventura in 3D del genere punta e clicca, ispirato all'omonima storia raccontata negli albi dal n. 62 al n. 64 della serie regolare; prodotta dalla software house italiana Artematica;
  • Martin Mystery: Monster Invasion (2008): prodotto da Ubisoft per Nintendo DS tratto dalla serie animata.

Applicazioni per smartphone Modifica

  • Da fine ottobre 2012 sono state pubblicate sull'App Store di Apple due applicazioni gratuite dedicate a Martin Mystère.

CD-ROM Modifica

  • "Martin Mystére presenta I segreti del Po" (1997), un CD-ROM dedicato al Delta del Po, prodotto da Leonardo Studio, in collaborazione con la Sergio Bonelli Editore e il Centro Etnografico Ferrarese; con allegato un albo contenente tra l'altro la storia a fumetti Le vie del Delta. Il CD-ROM è suddiviso principalmente in tre percorsi: "Il ritratto del Grande Fiume" nel quale sono raccolte le testimonianze di chi ha vissuto sulle rive del Po, "Il Delta di Gulliver", dedicato alla rappresentazione del territorio, e "I fumetti di Martin Mystère". In quest'ultimo percorso sono contenute le versioni multimediali dei tre racconti brevi Nostra Signora dei fulminiIl ragno d'oro e Le vie del Delta, arricchiti da link di approfondimento. Oltre a queste sezioni principali, sono presenti "Mappa dei Luoghi", attraverso la quale è possibile accedere a schede informative sulle località citate nelle storie, e "Trivia", in cui si può rispondere a vari quesiti.

Narrativa Modifica

  • La vendetta di Ra (1991) pubblicato dalle ed. Malipero, scritto da Antonio Bellomi in collaborazione con Alfredo Castelli, tratto dalla omonima storia a fumetti pubblicate negli albi n. 2-3 della serie regolare a fumetti;
  • La spada di re Artù (1991) pubblicato dalle ed. Malipero, scritto da Antonio Bellomi in collaborazione con Alfredo Castelli, tratto dalla omonima storia a fumetti pubblicate negli albi n. 15-16 della serie regolare a fumetti;
  • I due romanzi, assieme a un terzo che era rimasto inedito dal titolo Gli uomini in nero, sono stati raccolti nel 2011 dalle Edizioni della Vigna in un volume dal titolo Martin Mystère Stories;
  • Un personaggio ispirato a Martin Mystère è protagonista di una serie di racconti gialli brevi scritti da Tiziano Sclavi: si chiama Jacques Mystère, fa l'investigatore privato, vive a Parigi dove collabora con l'ispettore della Squadra Omicidi Victor Cousin; i comprimari sono persone dai nomi famosi (Roger Bacon, Auguste Comte, Adolphe Thiers, Jules-Henri Poincaré, Fourier, Alexis Clérel de Tocqueville, Pierre-Simon Laplace, Lavoisier, Descartes, Foucault, Dupont, Ernest Renan ecc.) i quali tuttavia non hanno nessuna relazione con i personaggi dei quali portano il nome; l'antagonista è un ladro di nome Charlot, ispirato al famoso personaggio di Charlie Chaplin, che indossa la bombetta, ha una pistola gialla, blu e rossa con il calcio a pois e porta sempre con sé un bastoncino di bambù;
  • Martin Mystère - L'occhio sinistro di Rama (2002), scritto da Andrea Carlo Cappi ed edito da Sonzogno; è un prequel che racconta alcuni episodi del passato del personaggio, ambientato tra il 1980 e il 1982, alla vigilia dell'esordio della serie a fumetti;
  • Martin Mystère: Il codice dell'Apocalisse, 2000, scritto da Andrea Carlo Cappi con Alfredo Castelli, pubblicato in M-Rivista del mistero; poi raccolto con il romanzo del 2002 nel volume Martin Mystère - Detective dell'impossibile, Alacrán Edizioni;
  • Aeterna, 2005, romanzo breve scritto da Andrea Carlo Cappi inserito nel volume Roma fantastica, Alacrán Edizioni;
  • L'ultima risposta, 1998, scritto da Andrea Carlo Cappi nell'antologia "Mysteriosamente - 10 casi impossibili per Martin Mystère" (Hiroshima Mon Amour), sotto lo pseudonimo Alex Montecchi; ripubblicato come Andrea Carlo Cappi nella raccolta Martin Mystère - Detective dell'impossibile, Alacrán Edizioni; storia breve ambientata nel futuro remoto, ha come protagonista il Martyn Mystère robotico visto nei crossover con Nathan Never;
  • Martin Mystère. L'ultima legione di Atlantide, scritto da Andrea Carlo Cappi, Cento Autori, L'arcobaleno, 2014. ISBN 978-88-6872-008-7;

Collegamenti esterni Modifica

Sito ufficiale della Sergio Bonelli Editore: http://www.sergiobonelli.it/sezioni/13/martin-mystere