FANDOM


Mike Wilding
Mike Wilding

Nome:Mike Wilding
Data di nascita:Sconosciuta
Luogo di nascita:Sconosciuto (forse Irlanda)
Prima apparizione:Albo di Zagor n° 55 (come flashback)
Autori:Guido Nolitta
Gallieno Ferri
Sesso:Maschio
Specie:Umana
Etnia:Caucasico
Occupazione:Ufficiale dell'esercito (ex); Trapper; Commerciante
Parenti:Betty Wilding, moglie (deceduta)
Patrick Wilding, figlio
Interprete cinematografico:Nessuno
Doppiatore italiano:Nessuno

 Mike Wilding è un personaggio di Zagor. Era un ex ufficiale dell'esercito, nonché padre di Patrick Wilding, l'attuale "Spirito con la Scure", e marito di Betty Wilding.

AspettoModifica

Mike Wilding era molto somigliante a Zagor, caratteristica notata fin da subito anche da Cico guardando un suo vecchio ritratto, tanto che inizialmente pensò che il soggetto del dipinto fosse il suo amico. Uniche differenze sono la maggiore età di Mike e, sempre in Wilding padre, due sottili baffetti.

Nelle storie in cui è comparso (prevalentemente flashback, essendo il personaggio deceduto nella continuity zagoriana) indossava un completo marroncino a frange da trapper, con tanto di cappello in pelliccia.

Biografia Modifica

Carriera militareModifica

Mike per quanto fosse irlandese si arruolò nell'esercito degli Stati Uniti. Col tempo scalò i ranghi dell'esercito fino a ottenere il ruolo di tenente. Per fare carriera pià velocemente si distinse sul campo in varie azioni di guerra. Si fece parecchi nemici, ma decise di non guardare in faccia a nessuno pur di fare carriera.

Il massacro di Silver Lake Modifica

A una certo punto scoppiò una guerra contro i Creek, che fu dura e senza esclusione di colpi. Mike vide cadere molti dei suoi compagni e all'ambizione si aggiunse l'odio. A un certo punto arrivò a un villaggio Abenaki, che erano stati convertiti al Cristianesimo dal predicatore Salomon Kinsky; sapeva che gli Abenaki erano neutrali ma quando seppe che alcuni di loro avevano nascosto dei fuggiaschi Creek fu colto da un gelido furore, ordinò ai soldati di decimare gli uomini validi della tribù e dare fuoco al villaggio.

Espulsione dall'esercito e paternità Modifica

I suoi nemici approfittarono dell'indegnità del suo comportamento per espellerlo dall'esercito, ma per Mike fu una liberazione; infatti era ossessionato dal ricordo di ciò che aveva fatto e dal senso di colpa. L'uomo voleva suicidarsi, ma poi conobbe Betty e lei rimase incinta di Patrick, e lui pensò che forse avrebbe potuto ricomiciare da capo e dimenticare il passato. Tuttavia non rivelò mai a moglie e figlio del suo passato, ma progettava di farlo quando Pat fosse cresciuto. Mike prese a fare il trapper e si guadagnò grande stima perchè trattava bianchi e indiani allo stesso modo

Morte Modifica

Anni dopo Salomon Kinsky rintracciò Mike e a capo degli indiani Abenaki di cui era ancora guida, attaccò casa sua per punirlo della strage compiuta. L'uomo lo riconobbe nel bosco e si barricò in casa, con moglie e figlio, ma per quanto facessero, la superiorità numerica degli attaccanti ebbe la meglio. Prima di morire però fece in tempo a mettere in salvo il figlio. Successivamente lui e la moglie vennero seppelliti da Wandering Fitzy e Patrick giurò sulle loro tombe di vendicarsi, cosa che effettivamente fece molti anni dopo.

Il ponte dell'Arcobaleno Modifica

I fratelli di Kinsky per vendicarlo diffusero nell'aria di Darkwood una droga che rendeva gli indiani ostili a Zagor. Per fargli ritrovare la fiducia in se stesso, lo sciamano Molti Occhi, lo condusse dalla strega Jayla, che tramite la magia gli fece attraversare il Ponte dell'Arcobelano, un ponte che consente ai vivi di raggiungere il mondo dei morti. Zagor potè così incontrare l'anima del padre che era riuscita a raggiungere il Paradiso. Mike gli raccontò precisamente l'accaduto e spiegò al figlio, che il rimorso per le azioni compiute, e l'essere diventato marito e padre lo avevano cambiato... e che nell'aldilà aveva ricevuto, il perdono degli Abenaki. Successivamente il suo fantasma, fermò e fece impazzire uno dei Kinsky.