FANDOM


Tonka
Tonka

Nome:Tonka
Luogo di nascita:Darkwood
Autori:Guido Nolitta (testi)
Gallieno Ferri (disegni)
Sesso:Maschio
Specie:Umano
Etnia:Nativo americano
Occupazione:Sakem
Parenti:Haiawatha (antenato deceduto)

Ahta (moglie deceduta)

Capo dei Mohawk di Darkwood, Tonka è dopo Cico, il migliore amico dello Spirito con la Scure.

E' stato creato da Guido Nolitta (testi) e Gallieno Ferri (disegni).

Biografia Modifica

L'incontro con Zagor Modifica

Zagor

Zagor un altro degli eroi del Wakan, e fratello di sangue di Tonka.

Tonka avrebbe conosciuto Zagor poco dopo che quest'ultimo aveva vestito i panni del giustiziere di Darkwood e i due avrebbero sventato insieme un complotto ai danni della nazione Irochese. In quest'avventura la moglie del sakem Ahta avrebbe perso la vita e i due sarebbero diventati fratelli di sangue.

Tonka si sarebbe poi rivelato un preziossimo alleato nella lotta contro Iron-Man e in quest'occasione avrebbe conosciuto Cico.

Successivamente venne rapito dal "Collezionista", un ex-militare che rapiva indiani per costringerli ad esibirsi nel suo circo, e venne liberato insieme agli altri prigionieri da Zagor.

Tempo dopo alleò la sua tribù ai Trappers di Darkwood nel tentativo di liberare Zagor e Cico presi prigionieri dagli immigrati russi di Borisgrad.

Comparve anche in altre avventure, a volte in qualità di semplice comparsa, a volte con ruoli più attivi.

La fiamma Wakan Modifica

Tonka fu uno degli otto eroi scelti da Kiki Manito, per entrare nella terra Wakan e ravvivare la sacra fiamma da cui trae energia la natura (gli altri erano Zagor, Cico, Satko, Heyoka, Natan, Ohyesa, e Nuvola-Bianca-Sopra-L'orizzonte). Il gruppo penetrò nella mistica terra Wakan, ove si trovava la fiamma da riattizzare e la Fiamma Nera da cui prende il potere il male incarnato da Wendigo. Costui mandò contro gli otto, vari spiriti al suo servizio riuscendo a eliminare tre membri della compagnia. Alla fine scoperto che il loro sangue era nocivo per Wendigo, Zagor riuscì a sconfiggerlo. Tonka poi tornò a Darkwood, con lui Cico e Satko, mentre Heyoka rimase nella Terra Wakan, dopo aver sposato una delle residenti Lydia.

La maledizione di Chron Modifica

Durante una battuta di caccia, Tonka venne morso da un animale mostruoso fuggito dall'impenetrabile foresta di Wallock, dopo un incendio. Poco dopo cominciò a trasformarsi in un mostro identico, per poi tornare normale dopo un certo perieodo di tempo. Un vecchio del suo villaggio dichiarò che era stato colpito dalla maledizione di Chron; costui era un guerriero feroce come una belva, e gli dei lo resero un mostro in modo che il suo aspetto esteriore fosse identico a quello interiore e affinchè il loro monito non venisse mai dimenticato, fecero sì che la maledizione fosse trasmissibile tramite morso. Lo stregone del villaggio si disse impotente a guarire il suo sakem, ma dichiarò che un saggio eremita, che viveva in cima a un monte ne sarebbe potuto essere capace; tuttavia era fondamentale raggiungerlo prima che la trasformazione diventasse definitiva. Il sakem quindi si mise in viaggio accompagnato da Zagor. Fortunatamente il vecchio stregone, riuscì a guarire il capo Moahawk, prima che la trasformazione fosse permanente.

Quando Ben Stevens venne resuscitato da Hellingen e Wendigo, e cominciò a rapire trappers e indiani per trasformarli in mostri, Tonka decise di affrontarlo con l'aiuto dei suoi uomini. Durante lo scontro venne salvato da Zagor appena tornato a casa dopo un lungo viaggio. Tonka collaborò poi con lo spirito con la scure, Cico, Edgar Allan Poe, Rochas e Doc Lester, e Heyoka un altro eroe del Wakan per fermare il folle scienziato.

Incarcerazione Modifica

Mortimer

Mortimer l'uomo che organizzò un complotto contro Tonka.

Mortimer un criminale nemico di Zagor decise di vendicarsi di lui tramite Tonka. Dopo aver raccolto informazioni mandò la sua complice Sybil con un neonato preso in un orfanotrofio, nel campo Moahwk. La donna si spacciò per una madre,

smarritasi nella foresta il cui marito era scomparso, mentre guadavano un fiume e gli indiani le offrirono ospitalità.

Il giorno dopo arrivò una pattuglia militare, insieme a un complice di Mortimer che accusò gli indiani di avergli ucciso il fratello e aver rapito Sybil e il bimbo, accusa che lei confermò.

Tonka così venne arrestato in quanto sakem. Successivamente Mortimer si spacciò per giudice dopo aver assassinato quello che avrebbe dovuto giudicare Tonka in modo da poterlo condannare a Hellgate. Poco dopo fece in modo da far trasferire Tonka e un falsario che doveva far evadere facendo pervenire a Zagor la notizia del trasferimento del primo affinchè lo liberasse, spacciandosi per il dottor Hogan un vecchio amico dello Spirito con la scure.

Le cose andarono come previste, e Mortimer liberò il falsario Duvalier dopo aver ucciso tutte le guardie (Zagor e i Mohawk dopo aver liberato Tonka avevano abbandonato l'altro prigioniero e le guardie, dopo averle legate). Mortimer non gradì di apprendere che Zagor aveva portato con sè l'unica guardia rimasta ferita nell'assalto, ma alla fine si disse che non era un grosso problema. Fu proprio questa la sua rovina, dal momento che il ferito chiese di essere portato proprio dal dottor Hogan, dichiarando che aveva lasciato Hellgate da quasi un anno.

Zagor quindi svolse delle indagini , e capì che dietro tutto l'accaduto c'era lo zampino di Mortimer che nel frattempo aveva mandato Sybil a prendere i soldi falsi nascosti da Duvalier da lui ucciso, in modo da usare il denaro della taglia per pagare il suo complice Fox, ma Sybil era stata pedinata e bloccata da Doc Lester e seguendo le istruzioni dello stesso Mortimer aveva confessato tutto per avere una pena più mite. Zagor, Rochas e i Mohawk così tesero una trappola a Mortimer che venne così arrestato mentre loro furono pienamente scagionati dalla confessione di Sybil e dalla testimonianza del dottor Hogan.